Satelliti, Internet e la comunione dei santi

I santi possono ascoltare e rispondere a milioni di preghiere. Qualcosa di simile avviene con la tecnologia

Di recente, mentre lavoravo al computer a Santa Barbara, mi sono imbattuto in un problema e ho deciso di chiamare Brandon Vogt, che è non solo l’eccellente direttore dei contenuti di Word on Fire, ma anche un bravo ingegnere e un mago della tecnologia.

Dopo aver cercato invano di spiegarmi passo dopo passo il problema, Brandon ha detto: “Fammi dare un’occhiata al tuo schermo”. E ha premuto qualche bottone ad Atlanta, dove si trovava per partecipare a una conferenza, e poi ha iniziato a muovere il mio cursore sullo schermo e a cliccare su tutti i tasti delle impostazioni fin quando non ha risolto il problema.

Anche se gliel’avevo visto fare prima, sono rimasto ancora una volta impressionato da questa manovra a lunga distanza. Mostrando la mia totale mancanza di esperienza scientifica ho chiesto: “Brandon, hai fatto tutto questo attraverso la linea telefonica o è coinvolto lo spazio esterno?” Sono certo che abbia represso una risata, ma mi ha spiegato pazientemente che quando inviamo dei dati via Internet questi vengono scomposti in onde elettromagnetiche invisibili, che vengono poi passate attraverso migliaia e migliaia di cavi, linee telefoniche e a volte satelliti. L’aspetto notevole, ha spiegato, è come gli stessi cavi e satelliti gestiscano simultaneamente informazioni da miliardi di computer, telefoni e altri dispositivi.

A questo punto della conversazione, Brandon ha detto: “Sai, ho pensato spesso che sia qualcosa di analogo alla comunione dei santi”. “Dovrai spiegarmelo bene”, gli ho detto. “Beh”, ha replicato, “la gente sembra sempre stupita dal fatto che i santi in Paradiso possano ascoltare e rispondere a milioni di preghiere senza essere onnipotenti, ma qualcosa di simile avviene continuamente attraverso la nostra tecnologia. Ogni secondo, inviamo e riceviamo una quantità inimmaginabile di dati attraverso i nostri cavi e satelliti, ma vengono gestiti tutti. Il numero relativamente esiguo di intercessioni che ci riguardano ogni giorno impallidisce al confronto”. “Ah”, ho detto, “sarebbe un ottimo spunto per un articolo!” E allora su spunto di Brandon ecco una piccola riflessione sulla preghiera e sulla comunione dei santi, la communio sanctorum.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...